Smell like old corpse.

ShootingUM

Amato da tutti, Kurt Cobain seppe interpretare meglio di chiunque altro il disagio giovanile degli adolescenti degli anni ’90. Che oggi danno di matto se durante una serata in discoteca il dj non mette Haddaway. Kurt Cobain cambiò per sempre il volto di una generazione e non solo: ne cambiò anche i piedi rilanciando la moda delle Converse. Con i suoi testi pungenti e la sua musica introversa, fece di Seattle il simbolo della ribellione. Come dimostra l’MTV Unplugged in New York del 1994.

“Iperattivo, odia studiare, voce simile a quella di Rosa Russo Iervolino”: così lo descrivevano i suoi amici d’infanzia, Morfina ed Eroina.

Fondatore dei Nirvana, Cobain è stato al 45º posto nella lista dei 100 migliori cantanti e al 73º posto della lista dei 100 migliori chitarristi secondo Rolling Stone. Ma solo per rimarcare quanto facesse cagare con la chitarra.

Spesso amava prendere tutti in contropiede salendo sul palco con indosso vestiti da donna. Adorava sorprendere il suo pubblico, la nostra Courtney Love.

L’indiscutibile tasso qualitativo dell’artista è tale che persino Brunori Sas gli ha dedicato una canzone. Così, per dire.

“Cosa? Davvero ho sposato quel cesso di merda?” (Kurt Cobain, 5 aprile 1994)

Negli ultimi anni Cobain fece amicizia con Michael Stipe, cantante dei R.E.M., giusto per rimarcare la femminilità di Courtney Love.

Secondo molti “Smells Like Teen Spirit” segnò l’inizio di un nuovo movimento giovanile. Quello che non usava i deodoranti.

Cobain fu il padre della “Generazione X”. Quella del pareggio. Su rigore. A tempo scaduto. In fuorigioco. Al termine di una partita a scacchi.

“Meglio andarsene con una vampata” (Courtney Love durante la menopausa)

Ma Kurt Cobain non fu soltanto Converse e magliettine a righe sottili orizzontali: fu anche camicie a scacchi scozzesi. Che guarda caso, negli anni, diventarono l’indumento simbolo delle lesbiche.

Tra i successi di Kurt Cobain non possiamo non ricordare “Smells Like Teen Spirit”, “Lithium”, “Rape me” nonché l’ultimo indimenticabile capolavoro, la riuscitissima cover di Nancy Sinatra: “Bang Bang”.

Durante un’intervista affermò: “Mi vergognavo dei miei genitori. Non riuscivo più a guardare in faccia alcuni dei miei compagni di scuola perché desideravo disperatamente avere una famiglia normale”. Quella che ha lasciato a sua figlia.

La sua ultima apparizione in televisione fu durante “Tunnel” di Serena Dandini. Anche se inizialmente fu scambiato per Lorenzo.

Serena Dandini negli anni ha mantenuto sullo stesso livello qualitativo lo standard degli ospiti musicali. Come Mannarino, per esempio.

Il 18 Marzo del 1994, Courtney telefonò alla polizia temendo il suicidio del marito, che si era chiuso a chiave in una stanza. Per farsi una sega su Michael Stipe.

“Meglio andarsene con una vampata che ardere lentam… cazzo, scotta. No, forse è meglio andarsene con un colpo di fucile” (Kurt Cobain, 5 aprile 1994)

Dopo il suicidio fu emulato da un nutrito gruppo di adolescenti. Che iniziò a cantare a squarciagola frasi senza senso.

“Che puzza” (Courtney Love, 8 aprile 1994)

Il corpo di Cobain fu cremato. E sniffato da Dave Grohl.

La carriera di Kurt Cobain parla chiaro: qualsiasi biondino senza talento può raggiungere il successo con quattro accordi e una maglietta a righe. E adesso ci tocca James Blunt.

True Italians: chapter I

Blade Figa

Dall’avvento dello streaming e dei subtitle, le serie TV americane hanno avuto un successo crescente, in particolare tra le giovani generazioni e i nerd. Sono nati fenomeni assoluti, come Breaking Bad, Sons of Anarchy, fino all’ultimo True Detective. Tutte produzioni di alta qualità. Noi di UM però diciamo basta a questa esterofilia e no all’euro (ci sta sempre bene) e consigliamo caldamente di seguire le prossime fiction meid in Itali, di cui riportiamo le trame fottendocene degli spoiler.

Menti Criminali

Il Brigadiere Mozzacane, lasciato dalla moglie gravida del quinto figlio perché lui non ha più il coraggio di scoparla, si ritrova, dopo anni passati come infiltrato nella camorra di Scampia, a dover inseguire un serial killer del tavoliere delle Puglie. Quando uccide, lascia sempre il segno di un panzerotto sulla spalla sinistra, insieme a lui l’appuntato Rocco Scannavacca; moglie troia, bimbi finocchi e vota comunista.

Che cazzo è sta roba, Gianbattista Vico? Chiudi quella cazzo di bocca!

Se mi viene il cancro mi redimo

Walter Bianchi (Cochi Ponzoni) è un normalissimo cinquantenne: supplente di terza fascia alla scuola media Antonio Fogazzaro di Cernusco sul Naviglio, una moglie soffocante (Marisa Laurito) e un figlio amorevole, affetto da una lieve forma di paralisi cerebrale (Karim Capuano). Tutto però cambia quando il giorno del suo compleanno a Walter viene diagnosticata una onicogrifosi terminale: preoccupato per il destino della propria famiglia e del mondo, Walter apre una comunità di recupero (Sabrina Ferilli) per tossicodipendenti (Vittorio Sgarbi). I successi del suo programma in dodici fasi (Mike Bongiorno) lo porteranno a scontrarsi con il re del narcotraffico nostrano (Giancarlo Giannini). Alla fine, l’insegnante, ormai promosso di ruolo, riuscirà a sconfiggere la malattia (Galatea Ranzi) e il crimine (Giorgio Napolitano), conducendo il resto della sua felice esistenza accanto alla soffocante moglie (Mara Venier) e il figlio amorevole, ma affetto da una lieve forma di paralisi cerebrale (Rocco Casalino).

Tua madre è ancora viva? Forse.

Giochi di cadreghe

Kevin Mancuso (Toni Servillo) è un vigile di Gallarate, con una vita piuttosto piatta: un lavoro senza scosse, una moglie (Toni Servillo) ormai di mezza età per la quale non prova passione, un figlio (Toni Servillo) trentacinquenne attore fallito a carico. Poi, un giorno, la svolta improvvisa: mentre è in servizio, è testimone di un incidente mortale (Toni Servillo). Poteva capitare a tutti, invece toccherà solo a lui, districarsi fra assicurazioni e parenti, verbali e straordinari.

Sono io quello che suona il campanello!

Villetta abusiva di carte

Ettore M. Dalmata è un critico televisivo di Frosinone, che una vita passata a guardare per lavoro varietà della RAI ha reso cinico e baro. Un giorno però Ettore M. trova davanti alla porta di casa un misterioso DVD senza etichetta. Nonostante l’avvertimento di un vicino cieco, che gli parla di una maledizione legata al dvd e di apparizioni di bambine coi capelli davanti agli occhi, Ettore M., un giorno in cui non aveva altro da fare perché bannato da Facebook, guarda il dvd misterioso. Scopre che si tratta di intrattenimento televisivo proveniente da un Paese esotico, sconosciuto quasi a tutti, gli Stati Uniti d’America. La qualità dello spettacolo è talmente elevata da far sprofondare Ettore M. in un vortice di follia fatto di status allusivi e provocatori. Riuscirà Ettore M. a completare la visione, e scoprire il segreto del Divertimento, prima che la follia prenda definitivamente il sopravvento?

Sto posto è come il ricordo di una città, e il ricordo sta sbiadendo.

Blade Figa 2

Sbirri per davvero

Furio Bonasso (Kim Rossi Stuart) nasce a Frosinone da padre albanese e madre ovipara. Dopo un’infanzia infelice passata tra aratri e biciclette a rotelle, raggiunge la maggiore età e la festeggia ruttando in piazza a Frattocchie.

La crisi economica e la sua cronica flatulenza lo portano ad arruolarsi nei Carabinieri. Il Maggiore Ponasso (Enrico Brignano) ne intuisce subito le qualità e lo sposta a Milano, arruolandolo nella squadra speciale al fianco dell’ispettore Donasso (Pippo Franco). 

I due si trovano subito in sintonia e passano tutto il tempo da Luini,mangiando panzerotti di ricotta ripieni di ricotta. Quando però gli viene affidata l’indagine sul mostro di Pioltello, uno spietato killer seriale che finisce le proprie vittime incidendo sulla loro pelle passi dei libri di Roberto Saviano (Roberto Saviano), le cose cominciano a prendere una brutta piega.

Donasso inizia a soffrire di impotenza e si separa dalla moglie Bocassa (Nancy Brilli), che per reazione comincia a masturbare qualsiasi quadrupede a portata di mano. Bonasso non riesce ad ambientarsi più nella realtà meneghina e torna ad avere un fastidioso accento ciociaro che complica notevolmente le relazioni con il suo compagno di squadra. 

Tutto si risolve tragicamente quando Donasso, aizzato da una frase del collega “Ué baluba, mo m’hai rotto er cazzo!”, perde le staffe, lo lega e poi lo libera in una coda di un supermercato a Londra, dove impazzisce.

Il corpo esanime di Bonasso viene poi trovato in una discarica alla periferia di Marino, con l’ultimo post di Saviano inciso sui coglioni.

Così avresti un piano, Sig. Bianchi! Si! Scienza!

Mortacci che camminano

Massimo Ghini (Diego Abatantuono) è un giovane romano dedito al borseggio sugli autobus, un giorno Diego Abatantuono (Massimo Ghini) lo vede scappare dopo aver rubato un portafogli, lo insegue e lo prende dopo una lunghissima corsa, ma non lo vuole consegnare ai carabinieri. Diego Abatantuono (Massimo Ghini) è in verità un allenatore di mezzofondo e vuole fa diventare il piccolo Massimo Ghini (Diego Abatantuono) un grande corridore. Seguono mesi di allenamenti ma il ragazzo è svogliato, allora Diego Abatantuono (Massimo Ghini) chiama una famosa puttana Virna Lisi (Sabrina Ferilli) per vedere se il blocco del ragazzo sia di natura sessuale. Dopo una no stop di 24 ore di sesso Virna Lisi (Sabrina Ferilli) che ha accumulato 4 orgasmi multipli e 7 squirting, dice che il ragazzo è pronto. Così dopo altri due mesi di allenamento è pronto per i giochi della gioventù.

Corre bene, ma la troppa sicurezza lo frega e agli ultimi dieci metri dei 10mila, viene superato. Diego Abatantuono (Massimo Ghini) sarà comprensivo con lui, lo chiuderà a pane e acqua dentro una stalla e gli lascerà scopare solo Sabrina Ferilli (Virna Lisi) la nonna 80enne con le croste e il pus nella figa.

Restate fuori dal mio territorio.

Born to nun

nymphUM

Rieti, suora si reca al pronto soccorso e partorisce un peccato mortale.

È arrivata in ospedale accusando un dolore fortissimo di cui non sapeva spiegarsi la natura. La vocazione.

Mai la Chiesa aveva assunto una posizione così netta contro preservativo e aborto.

Sorpreso il Vescovo: “Sono sempre stato attento”.

“Siate madri, non zitelle” (Papa Francesco alle suore, 8 maggio 2013)

La suora non si spiegava i forti dolori. Li accettava come parte della dottrina.

Il bimbo è stato chiamato Francesco, proprio come il padre.

Il di più viene dal Maligno (Matteo, 5,37)

Il Vescovo di Rieti invita la neo-mamma a lasciare la tonaca. Ma non ha visto cos’è successo?

La castità è in alcuni una virtù, ma in molti sfiora il vizio. (F. Nietzsche, Also sprach Zarathustra)

In tutta questa vicenda almeno una nota positiva c’è: la poveretta ha accusato un forte dolore, invece del solito romeno.

La suora è di origine salvadoregna. Vengono nel nostro paese, si rubano i nostri scandali.

suorUM

“Cara redazione di Cioè,
ero con il mio ragazzo, Angelo Gabriele, nascondendomi dalla Madre Superiora. Ci siamo baciati, ma senza lingua, poi ci siamo toccati, cioè, io l’ho toccato sempre più in fretta finché non è uscito del liquido dal suo pene. Poi ci siamo baciati di nuovo, ma senza lingua. La mia domanda è: posso essere rimasta incinta dopo quello che ho fatto? Amo il mio ragazzo, ma non so se sono pronta, e comunque il suo amico dice che mi viene fuori.
Grazie”

Certo che notizie come questa mettono in crisi ogni certezza sulla fede. Anche le suore hanno la vagina?

In Ospedale le altre mamme stanno facendo una colletta. Hanno già raccolto dieci neonati.

A chi le chiedeva giustificazioni su come fosse potuto accadere, la sventurata ha risposto:
“Ero sicura che stavo fingendo”
“Non capisco come ci sia finito dentro”
“Le mestruazioni? Non le avevo più da mesi, ma pensavo fosse grazie alle preghiere”
“Ero convinta di vomitare perché posseduta”
“Mi avevano detto che sarebbe stata un’inculata. O comunque ci speravo”
“Non lo sapevo, giuro su Dio. Altrimenti avrei abortito”.

Insomma, la suora non sapeva di essere incinta, e noi crediamo alla sua buona fede. Qualunque ultra-trentenne può ingrassare come una balena, avere sbalzi di umore e rompere i coglioni a tutti con i desideri più strani. Ed Umore Maligno è contro la castità ma Cristo, a tutto c’è un limite. La prossima volta che vedete una suora toccatevi. Prima che lo faccia lei.

Vi pisciano addosso e fanno bene

La faccia della nostra politica.

Gli Italiani sono coglioni. Ah, non sono coglioni? Non distruggere un paese leggendo il seguito prova evidentemente il contrario. Questo post potrebbe avere un 25% in più di sarcasmo, ma diciamolo, già facciamo ridere così.

A. Roberto Cota: “In Piemonte, già nel maggio del 2010 il Presidente e tutta la Giunta si sono autoridotti lo stipendio, in attesa della normativa regionale che ha poi previsto questa riduzione per legge. E il risparmio fu girato sul fondo a sostegno della cassa integrazione. Il Consiglio Regionale ha già proceduto al contenimento delle sue spese“.

1. Mutande boxer color kiwi/Padania. Regione Piemonte, Roberto Cota (Lega). 40 euro.

B. Berlusconi: “La signora Nicole Minetti è una splendida persona intelligente, preparata, seria. Si è laureata con il massimo dei voti, 110 e lode, si è pagata gli studi lavorando, è di madrelingua inglese e svolge un importante e apprezzato lavoro con tutti gli ospiti internazionali della regione“.

2. Libro «Mignottocrazia» di Paolo Guzzanti. Regione Lombardia, Nicole Minetti (Pdl). 16 euro.

C. Costi della politica: ridotto il numero di consiglieri e assessori regionali dalla prossima legislatura.
Riduzione del numero dei consiglieri da 60 a 50, degli assessori da 14 a un massimo di 11: così prevede la proposta di legge di modifica dello Statuto della Regione Piemonte. Il documento è stato sottoscritto da tutti i componenti dell’Ufficio di presidenza: i vicepresidenti Riccardo Molinari e Roberto Placido, i consiglieri segretari Lorenzo Leardi, Gianfranco Novero e Tullio Ponso.

3. Campanacci per bovini, bardature per cavalli, finimenti per carrozze. Regione Piemonte, Gianfranco Novero (Lega). Importo imprecisato.

 D. Alessandro Marelli: “Con questo progetto di legge vogliamo ridurre in maniera sensibile le spese ritenute non strettamente necessarie al corretto funzionamento dell’apparato regionale. Nonostante la Lombardia sia la regione più virtuosa del Paese e il livello di spesa sia nettamente inferiore alla media nazionale, intendiamo comunque mettere in atto interventi per ridurre l’ammontare dei costi totali. E’ inoltre importante, in questo momento storico, dare un segnale di austerità nei confronti dei cittadini lombardi. Quando si predica l’ortodossia finanziaria si deve essere credibili e la credibilità di un medico non è meno importante dell’efficacia delle sue medicine.”.

4. Aerei di carta. Regione Lombardia, Alessandro Marelli (Lega). 15.59 euro.

E. “Nella Regione Campania, dall’inizio della legislatura, nel 2010, sono stati decisi tagli pari a 50 mila euro a consigliere“. Lo ha detto il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro.

5. Corno d’avorio. Regione Campania, gruppo imprecisato. 1.900 euro. 

F. Roberto Boniperti: “Ho fiducia nella Giustizia: loro valuteranno le norme che regolano i rimborsi. Parlando anche con altri indagati, pare però che non vada assolutamente bene nulla di tutto quello che abbiamo fatto. Ho la coscienza a posto, ma sono talmente deluso e amareggiato che dico basta… si è perso il senso di tutto, dell’impegno, delle origini”.

6. Una caldaia, un congelatore, un frigorifero, una lavatrice, un televisore. Regione Piemonte, Roberto Boniperti (ex Pdl). Importo imprecisato.
7. Confezione di gorgonzola piccante. Regione Piemonte, Roberto Boniperti (ex Pdl). 153 euro.
 
G. Da Associazione Uguali e Diversi: “Decidere di dedicarsi alla solidarietà ed alla cooperazione sociale nei Paesi più poveri del mondo significa dare una risposta individuale alle situazioni di povertà ed ingiustizia generate dall’egoismo umano”.
8. Adozione a distanza. Regione Friuli, gruppo Pd. 113 euro
 
H. Rosa Mastrosimoni: “Siamo in piena campagna elettorale…solo tra pochi giorni alcuni assumeranno decisioni per i prossimi cinque anni che determineranno la vita di tutti anche di coloro che non andranno a votare Si preoccuperanno delle famiglie italiane,dei nostri figli, del loro futuro, della nostra Basilicata? Speriamo,speriamo bene! Oltre i proclami ci saranno le azioni…e quando queste verranno fatte a fin di bene…potranno essere apprezzate”.
9. Mini orsetto. Regione Basilicata, Rosa Mastrosimone (ex Idv). 5.90 euro.
 
I. Alessandro Colautti: “Ben venga la notizia sull’esclusione di 300 milioni di euro per l’edilizia sanitaria dal patto di stabilità, purtroppo, però, l’enfasi della Serracchiani va a scontrarsi con i fatti, ovvero che questo comma del maxi emendamento non libererà spazi finanziari in questo bilancio 2014 e non potrà dare, ad esempio, respiro alle autonomie locali. Questo comma inserito nel maxi emendamento è positivo solo relativamente a una minore rigidità finanziaria del Friuli Venezia Giulia verso lo Stato, come ha anche confermato l’assessore Peroni. Bisognerà quindi proseguire con ancora più forza per far sì che questa asticella venga ulteriormente alzata e ci vengano riconosciuti altri spazi, come quelli comunitari, che al momento rientrano ancora nel calcolo del patto di stabilità”.
10. Toelettatura del cane. Regione Friuli, Alessandro Colautti (Pdl). Importo imprecisato.
 
L. Carlo Spreafico: “Noi non intendiamo fare da semplici spettatori a quanto sta succedendo per colpa dei tagli iniqui e inefficienti che il Governo sta imponendo anche in Lombardia, dove esistono amministratori e amministrazioni con una efficienza europea”.
11. Barattolo di Nutella. Regione Lombardia, Carlo Spreafico (Pd). 2.70 euro.
 
Note per il lettore:
- La classifica, ben più lunga, sui rimborsi delle regioni è di Mattia Feltri per La Stampa. La si può leggere, completa, anche qui.
- Le dichiarazioni sono state trovate nella stragrande maggioranza con la semplice ricerca: “nome+cognome+dichiarazione+costi+politica.
- Si è evitato di inserire Renzo Bossi in quanto questo articolo vorrebbe prendere in considerazione unicamente politici o fighe.

Have a Cigar

DiamondUM

Il pianeta delle scimmie animaliste.
Umore Maligno è a favore della sperimentazione sugli animali. Se non se ne possono ricavare bistecche.

A proposito della sperimentazione sugli animali, un gattino lanciato nel vuoto cade alla stessa velocità di un furetto.

Renzi sta con Caterina. L’uragano.

Caterina ha 4 malattie rare e l’appoggio di Renzi.

Minacce per Caterina: “Devi morire! No alla sperimentazione animale!”. Poi non dite che gli animalisti non sono informati sull’argomento.

Sono favorevole alla sperimentazione animale, soprattutto sui piccoli grilli.

Sono favorevole alla sperimentazione animale: zampone coi ceci, al cenone.

Io sugli animali testerei anche i placebo.

Conosco animalisti che sono contro la vivisezione, altri invece che ritengono più grave cibarsi di carne. Nel dubbio mangio solo bistecche testate su animali.

Sono favorevole alla sperimentazione animale. È per questo che supporto la poligamia.

In India pare che gli animalisti siano sacri. Dove altro si può reincarnare una bestia?

Vorrei spezzare una lancia (lo posso fare o è considerato un oggetto vivente?) in favore degli animalisti: opporsi alla sperimentazione sugli animali è puro e semplice istinto di conservazione.

Sperimentare su una vacca sacra: in un colpo solo bestemmia e femminicidio.

La sperimentazione animale può avere i suoi aspetti negativi, ma diventano irrilevanti alla prima puntata di Peppa Pig.

Terremoto a Napoli. Sperimentazione sugli animali anche da parte di quelli dell’Haarp.

*** *** ***

AkabUM

Akab

Richi Selva (sì, scrive anche su Umore Maligno) rilegge per voi il meglio del 2013.

Prato. Badante uccide 90enne. Non presentandosi al lavoro.

Sei talmente insignificante che un attimo prima di morire ti passerà davanti agli occhi la vita di un altro.

Certi vecchi andrebbero trattati come animali domestici. Vi piace come slogan pro eutanasia?

Ho sognato che dormivo, poi al risveglio mi sono accorto che era successo davvero. Brividi.

Avete una ragazza? Allora, di sicuro, avete già sentito frasi del genere: “Cerca di darti una regolata con il bere”, “Non vorrai mica uscire conciato così?”, “Sabato sera siamo a cena dai miei”, “Cosa vuoi fare con quel trinciapollo? No! No! No!”.

Pezzi di merda, mi fate schifo e dovete crepare, tutti quanti.
Scusate, ho il pc nuovo, sto solo provando la tastiera.

Salute: smettere di fumare con l’elettroshock. Basta staccarlo.

Nei film porno per cattolici le coppie sono tutte sposate.

Oscar Pistorius ha ucciso la sua fidanzata, scambiandola per un ladro. Poi è corso a scoparsi un tizio col passamontagna.

Se Dio (o chi per lui) ci salvasse una volta per tutte dalle svariate incarnazioni del male, rimarremmo all’improvviso senza consulenti per il lavoro.

La politica è un oscuro e ingordo potere che sopravvive grazie alla nostra ignoranza. Non a caso chiudono le scuole, quando dobbiamo votare.

Prete trovato morto nella sua abitazione con la testa fracassata, ed è mistero. Cosa speravano di trovarci?

Campagna choc di un’associazione vegana. Un cartellone pubblicitario mostra un bambino fatto a pezzi e messo sottovuoto in un barattolo, mentre il testo recita “Chi mangi oggi? Gli animali non sono cose. Quando li mangi o li sfrutti, mangi qualcuno. NON QUALCOSA. Diventa vegano”. Inevitabili le polemiche, e il languorino. I promotori dell’iniziativa si difendono: “Il bambino era già morto quando l’abbiamo trovato”.

Zingari, rumeni, napoletani. Non abbiate pregiudizi, o vi rubano anche quelli.

Ho avuto un padre tanto presente quanto severo e inflessibile. Il giorno in cui nacqui lui era lì, accanto a mia madre partoriente. E mi urlava: “Smettila di piangere! diventerai mai un uomo?”.

“Dov’è l’amore?
devo forse seguire
la brezza del mattino
e il suo dolce sussurrare
«sveglia, non c’è tempo da perdere!»
o forse è più indicato
buttare un occhio alla luna
e alla sua lenta
mutevolezza
apparente?
Dov’è l’amore?
Dov’è la gente innamorata
per davvero?
Dov’è la risposta
alla follia umana?
Dov’è il segreto
per nascondersi in un battito
di ciglia?
in un colpo di tosse?
in uno sguardo
mai ricambiato?”
“Guardi, mi spiace ma non sono di qui, tra l’altro è mezz’ora che cerco un tabacchino”.

Sono uno che non molla mai, inseguo i miei obiettivi fino a quando non riesco ad ottenerli. Sono tenace, ostinato, e c’è un’ordinanza del giudice che mi dice di starle lontano almeno 50 metri.

L’ipocrisia della Chiesa: no all’aborto, no al preservativo, no al salto della quaglia, eppure in Vaticano hanno il tasso di natalità più basso al mondo. SVEGLIA!!1!

Migliorano le condizioni della donna picchiata a calci dal convivente. Ma non con tutte funziona.

Roma, si indaga sugli autori di una sparatoria ai danni di alcune auto guidate da donne. Non sul movente.

Un’analisi degli iscritti a Facebook rivela che 100 milioni di utenti non sono umani; bensì cani, gatti, cavalli, marchi di abbigliamento, parodie di personaggi famosi, e numerose altre categorie che comunque, in giro, evito di salutare.

- I miei nemici li affosso con l’indifferenza e, se qualcosa non mi piace, semplicemente volto lo sguardo dall’altra parte.
- Faccia come crede, le dico solo che qui le lastre parlano chiaro.

La gente che ha rovinato questo mondo ha la cravatta, non i tatuaggi. Devo ancora farmi un’idea di quelli che si sono tatuati una cravatta.

La conobbi in un club per soli uomini, era bellissima. La afferrai per un braccio, la guardai negli occhi e dissi: “Cazzo ci fai qui? Forza, fuori subito, è un club per soli uomini”.

Dopo aver dimenticato il bimbo in macchina per 8 ore, fonda un gruppo Facebook: “Mai più morti come Luca”. Poi chiama il 118.

Nasce dal mix di due farmaci la nuova speranza contro l’Alzheimer. Ed io che volevo solo sballarmi.

Un piccione ha volato per 8.000 km, dal Giappone al Canada. I ricercatori che l’hanno trovato, soccorso e trasportato in un centro per la cura degli animali, si chiedono come ci sia riuscito. Il piccione invece vorrebbe solo non fare tardi all’appuntamento.
Quanto accaduto ha effettivamente dell’eccezionale, è raro riuscire a riconoscere i piccioni giapponesi in mezzo agli altri. A meno che non ti caghino addosso del sushi.
Immagino la scena.
Ottawa, 25 aprile 2013.
“Ehi” – indica la manica destra della giacca dell’amico, poco sopra il polsino – “guarda che schifo!”.
“Occristo, ma che è?”.
“Sembra sushi”.
“Fa sentire” – assaggia – “mmm…confermo, è sushi”.
“Com’è?”
“Ho mangiato di meglio”.
“Non mi fido” – raccoglie col dito, assaggia anche lui – “Ehi! Non capisci niente, è più che ottimo. Anzi, ti dirò di più, l’hai sentito il wasabi?”.
“Certo che l’ho sentito”.
“Bene, questa particolare marca non viene utilizzata in nessun ristorante canadese, è un prodotto tipico dell’isola di Shikoku ed il suo utilizzo è circoscritto entro le sue quattro province”.
“Santo cielo, ferma quel piccione, presto!”.

Sesso: soddisfatto il 70% degli italiani. Posso fare di meglio.

Torino. Cadavere sui binari del treno per 48 ore e nessuno se ne accorge. Se ne va brontolando.

Più conosco gli uomini e più amo gli animali. Ma giuro che il sesso anale non c’entra.

Sono stato a una messa satanica e non vi dico cosa fanno col corpo di Cristo.

Non chiedetemi perché, ma sono stato allo zoo. Anzi, facciamo i moderni: al bioparco. Comunque; tra giraffe, lemuri, antilopi d’acqua e i buffosissimi suricati mi sono sentito tornare bambino. Poi è arrivata la guardia e mi ha detto che non potevo tirare le pietre.

A volte nella vita incontri persone che sembrano angeli scesi dal cielo apposta per te. CORRI VELOCE SENZA VOLTARTI MAI.

Ho sempre creduto all’amicizia tra un uomo e una donna. Non sto a fare nomi, tanto non li conoscete.

Razzismo. In Rocky III, Apollo Creed chiama Mr.T “scimmione”, ma la cosa finisce lì.

Le nuove norme in difesa delle donne prevedono che i mariti violenti vengano allontanati da casa.
“Caro, scordati pure di passare un’altra serata al bar con gli amici”.
“Scommettiamo?”.

Ah, l’amore! Questo folle sentimento che. A volte ci fa sognare, a volte è un gioco di inganni e sotterfugi, a volte sembra solo un dispetto, a volte sono 50 euro.

Sono così peloso che al posto del bidet ho un paio di forbici.

Padova, la ipnotizzano e le asportano un tumore. Questo dovrebbe ricordarci di non aprire MAI agli sconosciuti.

Torino, piccione decapitato e scritte inneggianti a Satana sulle scale del Duomo. Poi siamo corsi all’apericena.

Siria. Papa Francesco invita a “fermare il rumore delle armi, almeno mentre sto parlando, grazie”.

Quando ero bambino giocavo con le bambole e i miei amichetti mi dicevano: “Frooocio! Frooocio!”. Poi gli ho fatto veder COME ci giocavo, e tutti zitti.

Ero un bambino prodigio. A 12 anni ebbi la mia primi crisi di mezza età.

Egocentrico è colui che non parla abbastanza di me.

Un italiano si è reso protagonista di un interessante progetto scientifico; trasmettendo il suo pensiero attraverso un collegamento tra pc, è riuscito a muovere a distanza la mano di un’altra persona. Poi ha aggiornato il blog e chiesto l’impeachment per Napolitano.

Le ragazze a letto fingono tutte, ho smesso da tempo di credere ai loro “No! No! Non voglio! Lasciami andare!”.

Sogno d’imbucarmi a un funerale e insistere per dire due parole in memoria del defunto.
“Aveva una grande voglia di vivere, non gli è servita a un cazzo”.

Crotone. Frusta la figlia di 8 anni perché non lo fa dormire. “Ti ho detto che non mi va!”.

La curiosità uccise il gatto. Ma adesso so come sono fatti dentro.

“Adesso la smetterai di dire che non sopporto tua madre”.
“Zitto, cazzo”.
“No, davvero, oggi mi ha fatto molto piacere vederla”.
“Sì, l’ho capito. Tutti l’hanno capito”.
“Quindi la smetterai di dire che tratto male tua madre?”.
“Stai zitto, o il prossimo funerale sarà il tuo”.

Ieri mi sono svegliato nel pieno della notte e ho osservato la mia ragazza che dormiva al mio fianco, tenera e indifesa come un cucciolo femmina di toporagno. Preso da un insolito mix di commozione/eccitazione, ho pensato: “Cosa c’è di meglio che un dito in culo a tradimento?”. Ho quindi deciso di procedere per dare vita alla mia fantasia; purtroppo si è svegliata subito, non appena ha sentito che le prendevo e spostavo la mano.

I gusti comici cambiano, come tutti i gusti, in base a quanto ampliamo le nostre conoscenze in materia e a quanto decidiamo di mettere in gioco noi stessi. Mi capita spesso di andarmi a rileggere vecchie cose che un tempo mi facevano ridere. Le rileggo e penso: “Com’è possibile che mi divertissi, che mi sbellicassi con queste idiozie?”. Mi capita spesso, mi è capitato stamattina, e ho provato una grande amarezza riponendo “Se questo è un uomo” al suo posto, nella libreria.

Certe volte mi faccio schifo da solo, ma forse è tutta invidia.

Spagna, aeroporto di Alicante. Neonato morto sul nastro trasportatore dei bagagli. Neonato morto sul nastro trasportatore dei bagagli. Poi finalmente ecco la mia.

Sono molte le persone a cui dovrei dire “Grazie”; ma per la maggior parte di loro non sarebbe abbastanza. Dovrei aggiungere “non m’interessa”.

La vita va affrontata con un sorriso. E appena si gira un attimo: BAM! Senza pietà.

Se solo i giovani sapessero, i vecchi potessero, e con i morti non fosse illegale.

“Sono gay”, e si getta dall’undicesimo piano. “So volare”, e lo prende in culo.

“Tesoro, giura di uccidermi se per qualche motivo, la vecchiaia, un incidente, qualsiasi cosa, un giorno io non dovessi più essere autosufficiente”.
“Ok”.
“Bene, mi passi il sale?”.
BANG!

Quando avete a che fare con dei bambini dovete fare molta attenzione; è una bella responsabilità. Essi ci osservano, ci copiano. Imparano in fretta. Ho accudito per qualche ora il bimbo di una mia amica, il giorno dopo ha molestato i suoi compagni di classe.

Se potessi avere un superpotere a mia scelta, vorrei quello che ti permette di imporre l’accento calabrese alle persone.

Basta con questa cultura dell’apparire. (Maria di Nazareth)

Mi sono detto: “Adesso le mostro chi porta i pantaloni, in questa casa”. Ma erano da stirare.

Nell’eterno conflitto tra scienza e religione solo una cosa è certa, ed è che nessuna delle due sarà mai in grado di dare una risposta alla domanda fondamentale che da sempre interessa il genere umano.
“Con quali soldi?”.

Lista di alcune frasi che mi sono davvero stufato di sentire:
(non sto a discutere se siano giuste/sbagliate/banali/intelligenti, dico solo che a furia di sentirle ripetere mi hanno stufato, anche perché sono cose su cui non posso farci niente)
-tanto sono tutti uguali
-sì, bella la neve, ma dovrebbe nevicare solo sui prati
-prova ad andare TU, a casa loro, ad aprire una chiesa
-anche prendere troppi medicinali non è che faccia bene
-questo telefonino fa anche la pizza
-oddio, ma che fai? sei paz…aiuto! aiutatemi, aiutooo!!!

Mi scrivono spesso riguardo a certe battute: “Ma che significa? Proprio non la capisco”. Non in tono offensivo, solo per chiedere. Beh, voglio rispondere una volta per tutte: Nulla. Non significano nulla. Le mie battute non significano nulla, non vogliono dire nulla e sfruttano meccanismi comici inesistenti. Lo faccio per voi, scrivo battute senza senso perché abbiate qualche momento nella vita in cui, se non capite, dipende da qualcun altro.

Peggio di un uomo che alza le mani su una donna c’è solo quello che se le fa alzare.

Quelli che non hanno nulla da nascondere sono poverissimi.

Uno dei miei punti di forza è che per quanto possa cadere in basso troverò sempre la forza di sbattermene i coglioni.

Pensionato muore pescando. Raccontano i primi soccorritori: “Sarà sui 90 kg”.

Forse non ho il senso degli affari. Investo tutto il mio denaro acquistando vecchie croste al mercato delle pulci. Spero sempre che dietro a un paesaggio dozzinale si palesi qualche capolavoro giovanile di Matisse, che dietro al ritratto di un nonno coi baffi si nasconda un meraviglioso Turner. Non si può mai sapere. Una volta ho speso 30 euro per una natura morta che arrivava da chissà quale soffitta, ho grattato la tela e ci ho trovato dietro della frutta vera.

Perché dovrei amare la natura? Ho il sospetto che mi voglia uccidere e che prima o poi finirà per riuscirci.

Non cercate mai di intrattenere una ragazza con un aneddoto sul vostro passato che comincia con “Quando mi drogavo”.

Statisticamente, con l’avvicinarsi del Natale aumentano i casi di suicidio. Forse perché siamo tutti più generosi.

Bimbo di 3 anni si sporge dalla finestra, cade dal secondo piano e viene preso al volo da due passanti. Ora, prima di gridare al miracolo, vediamo di ritrovarlo.

Da sempre provo per i vari animali domestici che mi fanno e mi hanno fatto compagnia un mix di amore e invidia. Amore, per la loro straordinaria volontà e capacità di entrare nella mia vita, fino a condizionarla in ogni minimo gesto. E invidia per la facilità con cui riescono a leccarsi i genitali.

Il mio prossimo obiettivo per le varie cene che ogni tanto si fanno, quelle tra amici/parenti/ex compagni di cella/i ragazzi della troupe (molte volte le cose coincidono), è quello di usare nelle chiacchiere tra un boccone e l’altro qualche tormentone inventato, tratto da qualche fittizia trasmissione televisiva.
Così forse capiscono come mi sento io, quando mi citano Colorado/Made in Sud/Amore Criminale, credendo di far ridere, e il vitello tonnato mi rinviene su, fin dentro le narici.

“Ehi, passami il vinozzo vinazzo vinello…che c’ho il bicchiere vuoooooto!!! ahahaha!”.
(il tipo mi guarda storto)
“Come il tipo di ‘Magneti’, non lo vedi?”
(il tipo scuote la testa)
“È troppo forte, devi vederlo”.
(il tipo mi guarda storto, scuote la testa)
“Daaaaaai che l’hai visto. Ogni giovedì mattina, alle 5:15, su Rai Duno, c’è quel tizio senza capelli biondi che presenta, quello che faceva la pubblicità dei jet”.
(il tipo mi guarda storto, scuote la testa, appare dubbioso)
“Vinozzo vinazzo vinello…vuoooooto! buahahhaha…”.
(il tipo si alza e se ne va)
“Ehi! Non mi hai passato il vino! Stronzo!” – gli urlo.
Fine del cabaret.

Non sono sfortunato soltanto alle lotterie, ma anche coi baci perugina. Oggi ne ho preso uno e l’aforisma nell’incarto recitava: “L’amore è (illeggibile causa macchia d’inchiostro)”.

Come il mio tema natale indica chiaramente, con Urano nella settima casa e l’opposizione di Marte in Venere, sono il classico tipo che eccede in razionalità. Dio mi benedica.

Caterina, giovane studentessa afflitta da 4 malattie rare, ringrazia la scienza e, in particolar modo, la sperimentazione animale. Minacce nei suoi confronti da parte di alcuni attivisti: “Devi morire! No alla sperimentazione animale!”. Quindi sono bene informati sull’argomento.

È morto il doppiatore di Bip Bip.

*** *** ***

redUM

Argomenti caldi del momento:

1) Il buscadero è un giornale per gente che ama guardare porno squirting?
2) Sistemi windows in disuso (xp, 98, e 95 p.e.) discutono tra loro per rovesciare il 7 e distruggere la razza umana. Parliamone.
3) Il tropico del capricorno entra nell’era del tropico dell’acquario. Mutamenti coscienziali e rialzi nelle bollette del telefono. Ne parliamo dal punto di vista di un intagliatore di legno.
4) Pedofilia e Scacchi. Gli oscuri legami massonici tra questi due giochi strategici.
5) Il gusto pistacchio. Quale cazzo è il colore giusto? Post a favore dell’uguaglianza dei colori nei vari gusti dei gelati. Tutti bianchi.
6) I caschi per motociclisti a forma di bara riducono gli incidenti ma aumentano le visite andrologiche. Lo strano trend analizzato da una lesbica morta nel 1992.
7) La musica di eros ramazzotti contiene messaggi in braille se suonata al contrario.
8) Scienza e Fede alla luce delle recenti scoperte vinicole.
9) Catarsi è un verbo riflessivo? I dubbi linguistici spiegati dagli errori sintattici.

*** *** ***

Tendenze per il 2014

Gli uomini che lavoreranno all’uncinetto saranno i più ricercati.
Le donne sostituiranno i loro toy boys con degli affidabili dog sitter.
Le pubblicità sostituiranno completamente i contenuti.
Maurizio Costanzo passerà a miglior vita, trasferendosi in Australia (tranquilli, non si augura la morte a nessuno).
Il 7 Maggio 2014 sarà inferto un duro colpo alla satira italiana a causa della dipartita di un ex politico.
Il PIL si alzerà di un punto e mezzo per un refuso di stampa.
I politici quarantenni saranno i nuovi settantenni.
L’oroscopo sarà copia-incollato mese per mese da quello del 1983, tanto nessuno andrà a controllare.
I programmi di cucina si uniranno in un unico grande colosso quotato in borsa, daranno vita al nuovo social network “WeLikeCook” che scatenerà imbarazzanti giochi di parole.
Ci sarà una versione italiana di “Man vs Food”, ma dopo l’ingresso di Eataly e Slow Food chiuderà dopo sol due puntate.
Il David Letterman Show tornerà a far ridere, almeno in una puntata.
Le borse gialle saranno ritirate tutte dal mercato in quanto atti contrari alla pubblica decenza.
Papa Francesco visiterà Taranto. Due pacchetti e mezzo.
Ci sarà la giornata più fredda, più calda, più piovosa, più ovvia degli ultimi trentanni.
La primavera tarderà ad arrivare.
Franco Battiato riceverà il premio Nobel per la Letteratura.
Woody Allen guarderà un suo film, ma senza occhialoni.
Lars von Trier aiuterà le Pussy Riot a liberare la Russia da Putin.
I treni cominceranno ad arrivare in orario, ma sbaglieranno il giorno.
Padre Amorth sarà liberato dal demonio.
L’insegnamento del cake design sarà introdotto sin dalle scuole elementari.
Gli scheletri negli armadi decideranno di vuotare il sacco.
Joseph Ratzinger, per uscire dall’anonimato, seguirà la Germania ai Mondiali di calcio in Brasile come opinionista.
Il cane continuerà a mordere lo straccione.
Regalare un orinatoio sarà considerato radical chic.
L’emergenza rifiuti sarà dichiarata dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità.
Contro tutte le previsioni delle lobby gay, la figa tornerà di moda.
I francesi scompariranno.
Il Gabon sarà nominato almeno una volta (questa).
Tua madre ci lascerà (proprio ora che la festa si stava scaldando).
La politica ci regalerà’ grandi soddisfazioni (SMS di auguri del gruppo Bilderberg)

-Allora? Cosa ti aspetti da questo nuovo anno che sta arrivando?
-Gli arretrati Irpef del 1982.

Dove l’uomo s’offre, c’è Dio. AHAHAHAH. Propositi per il nuovo anno: uscire da Facebook, ma solo 5 minuti per fumare. Pubblicare il libro di un altro. Fare i soldi, ma questa volta bene, senza sbagliare il colore. Guidare un autobus pieno zeppo di ultrà a Medjugorje invece che alla trasferta europea contro il Maribor. Liberarsi di quei sacchi in cantina che ormai saranno due settimane che hanno smesso di muoversi. Vendesi Jaguar.

Insomma, come diceva qualcuno, continueremo a parlare del tempo che fa non sopportando l’angoscia del tempo che passa.
Buon anno, uno a caso.